Storia

Il Gal Molise Rurale scarl, costituitosi il 13 ottobre del 2016, è composto da 75 soci, un ampio partenariato che è il risultato di un’intensa attività di animazione e di coinvolgimento dei territori e degli stakeholder locali. Infatti i 28 comuni coinvolti rappresentano una porzione piuttosto omogenea del territorio della provincia di Isernia che parte dalle Mainarde e della Valle del Volturno fino ad arrivare ai confini del Matese. La presenza tra i soggetti pubblici del PNALM (Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise) e dell’Ente Parco Regionale Storico Agricolo dell’Olivo di Venafro, risulta essere strategica per quanto concerne gli ambiti tematici di interesse del PSL. Non casuale anche la presenza delle varie associazioni di categoria e della Camera di commercio del Molise ai fini della rappresentatività del tessuto economico di riferimento. Le varie associazioni ambientalistiche, di promozione turistica, culturali, sociali che sono state coinvolte, andranno a rafforzare con la loro fattiva collaborazione la sostenibilità delle attività previste nel Piano di Sviluppo Locale.

L’intensa attività di consultazione svolta ha avuto come obiettivo la costruzione di un clima di fiducia, per tendere quindi alla elaborazione di una strategia di sviluppo locale partecipata dal basso e coerente ai reali fabbisogni dell’Area. Le discussioni individuali e di gruppo hanno contribuito a chiarire gli obiettivi comuni di più lungo periodo, nonché le attività di breve periodo che hanno consentito di costruire il consenso. Attraverso il contatto personale sono emerse preoccupazioni, necessità, esigenze di tutte le componenti sociali, con le quali è stato avviato un dialogo proficuo a partire dal mese di dicembre 2015. I tempi e le risorse necessarie per il corretto svolgimento dell’intero ciclo, che ha portato al varo del nuovo partenariato e di una strategia CLLD, sono dipesi dal contesto locale, nonché dall’esperienza e dalla capacità delle organizzazioni e degli attori al loro interno. La fase preparatoria ha palesato idee, risorse ed opportunità che si sono rivelate cruciali per le fasi successive.

Il processo di “ascolto” della collettività, in tutte le sue componenti, fino alla stesura del Piano di Sviluppo Locale 2014- 2020, si è compiuto attraverso una serie di incontri pubblici racchiusi in 2 Fasi, che hanno abbracciato sostanzialmente il periodo Aprile-Novembre 2016.

 

Prima fase aprile-giugno 2016

Dal mese di aprile si è attuata una fase di animazione nel territorio con incontri locali di progettazione partecipata a cui è stata associata la raccolta di questionari on line e di interviste a osservatori privilegiati e opinion leader, si sono susseguiti tenuti focus group sui tematismi strategici e sugli orientamenti operativi che caratterizzeranno i territori nei prossimi anni.

Nei mesi di aprile, maggio e giugno 2016, i focus group piuttosto che le plenarie pubbliche o gli interventi attraverso i social network, hanno permesso una puntale analisi dell’area territoriale, sistematizzata nella SWOT dell’area GAL e nell’identificazione dei fabbisogni, ai quali rispondere attraverso tre obiettivi strategici. Proprio su questi ultimi si è fondata la strategia di sviluppo locale e il conseguente piano di sviluppo locale; tutto il percorso è stato realizzato in stretta collaborazione con gli attori delle comunità territoriali coinvolte, in un’ottica di partecipazione di tipo bottom-up.

 

Seconda fase luglio – ottobre 2016

Subito dopo la presentazione della SSL – Strategia di Sviluppo Locale il 23 giugno 2016, ha preso avvio il percorso di stesura definitiva del PSL – Piano di Sviluppo locale che ha visto protagonista il territorio dell’Area Gal attraverso tutti i suoi attori nelle forme e contenuti.

Ecco le attività svolte:

GMR Point: esperienza di sportello informativo ed assistenza tecnica a beneficio degli operatori del territorio.

Il GMR Point è stato attuato alla stregua di uno sportello informativo con finalità di “ufficio” al servizio dei cittadini, degli operatori e della Comunità dell’Area Gal, con il compito di facilitare l’accesso alle informazioni su programmi, benefici e opportunità offerte, oltre che superare il divario digitale. L’altra finalità è stata quella di informare i cittadini sulla possibilità, per chiunque, di accedere alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per il tramite di uno sportello fisico, non perdendo il contatto umano e personale. Il GMR Point ha raggiunto lo scopo di informare ed orientare in modo omogeneo la Comunità sulle modalità di accesso e sulle procedure ed opportunità per lo sviluppo territoriale.

Attraverso il contatto diretto con gli operatori del territorio, pubblici e privati, si è cercato di decodificare le domande e rispondere direttamente alle richieste dell’utente, qualora esse rientravano nel “raggio di competenza” del PSL – Misura 19 – Gal . Un rapporto “one to one”, quello del GMR Point,che  ben presto è diventato un tutt’uno con gli incontri pubblici, rappresentandone una parte integrante, un flusso di informazioni senza soluzione di continuità, ovvero una anticipazione degli argomenti ex – ante, piuttosto che un commento o una risposta e una soluzione in fase ex – post.

Avvio attività di Strategia partecipata dal basso – bottom up, coinvolgimento di tutti gli stakeholder pubblici e privati, attraverso incontri pubblici, focus group, utilizzo degli strumenti social funzionali alla raccolta di proposte e idee progettuali potenzialmente candidabili alle Misure attivabili dal Gal a valere sul PSR Regione Molise 2014-2020 e coerenti con la SSL. Raccolta di idee ad alto contenuto di innovazione, utili e complementari alla attuazione della SSL.

Infine la raccolta di SCHEDE PROGETTUALI attivabili dal Gal coerenti con la SSL e confluiti nel Piano di Sviluppo Locale 2014 – 2020.

Inizio pagina

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, propri e di terze parti, al fine di fornirti una migliore esperienza di navigazione, per scopi pubblicitari o anche solo per fini statistici. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di tale tecnologia, leggi l'informativa sui cookie. Proseguendo la navigazione o cliccando sul pulsante "Accetto", acconsenti all'utilizzo dei cookie e ad un più completo utilizzo dei servizi.


Leggi l'informativa su cookie Accetto